14/04/15

e poi....

Mi sto chiudendo in me stessa....
me ne accorgo....
non vengo nemmeno nei vostri blog......entro....leggo due righe....e poi mollo....e resto a fissare il vuoto.
ho aperto questo blog proprio per evitare certe dinamiche....
dinamiche per cui NON esco di casa da agosto 2013....sì 1 anno e 8 mesi....
sembra che mi importi....
ma in realtà va bene così....
evito la gente.....evito di mettermi in discussione......evito di dovermi sempre difendere.....
evito il mio corpo.
non ho le forze.
il mio medico mi dice'tu non hai un cazzo da fare'(è sempre molto fine lui)ma io non riesco a non fare niente!!!
ho i film di blockbuster da 2 settimane e ne ho visti solo 3.....
quando vederli?
la notte è notte e mi viene lo struggimento....
la mattina è mattina e mi viene sonno....
il pomeriggio è pomeriggio e non c'ho voglia....
neanche i sonniferi per dormire hanno fatto effetto.....
almeno mi perdo nell'oblìo....
non so neanche se voglio vivere.



17 commenti:

  1. Mi spiace che ti senti così.... Non abbatterti.... e fregate di quel dottore, ne sò qualcosa... E quando ti sentirai meglio, passerai a salutarci -
    :)
    Se no vengo io a trovarti ih-ih-ih
    Un bacione, Flavia -

    RispondiElimina
  2. Non è che non hai un cazzo da fare...
    Il da fare te lo crei tu stessa: quello di perderti 24 ore su 24 in infiniti e tortuosi labirinti mentali, in cerca di una meta che neanche tu sai qualè... Forse la libertà... Eppure la cerchi incatenandoti sempre di più....
    Non credi che sia sbagliato? Chiuderti in te stessa, chiudere le porte al mondo esterno significa non provare a combattere, non mettersi in gioco, non vivere.... E tu non puoi non avere voglia di vivere.
    Sono certa che dentro ce L hai. Non la trovi subito, non la senti neppure, è nascosta bene... Ma C è.
    C è perché altrimenti non saresti ancora qui, a riflettere, a riconoscere i tuoi errori e a riconoscere la tua debolezza...

    ... Non va bene così.... Lo sai...
    Lo dici soltanto perché è più facile, per cercare una sorta di pace con te stessa, che non trovi davvero.... È una illusione...
    Ci sono passata.
    Non sai quanto tempo mi sono isolata, nel dolore immane, nei pianti silenziosi e nel l'orrore di taluni pensieri... Quello di farla finita per stare meglio.... È assurdo.........

    Ti verrei a strattonare con forza per farti vedere quanto è bello il sole, un caffè ad un tavolo, una camminata in centro...
    Esci ti prego, inizialmente pure da sola, lontana dai soliti luoghi dove potresti incontrare gente conosciuta... Vai dove chi ti guarda non sa nulla di te... E tu non sai niente di loro...
    Io ho fatto così... È stata dura, ma ti giuro che poi si sta "bene".

    RispondiElimina
  3. Mi stava venendo da piangere nel leggere, ma il problema è che da un po' di tempo non riesco a piangere...
    So come ti senti, so quanto orribile sia, so quanto nulla crei interesse e quanto nulla sembri avere importanza. Tutto non ci sfiora, è come se non fossimo lì...
    Sono convinta, però, che uno spiraglio di luce lo troverai...
    Se avessi bisogno, io ci sono.
    Non è una frase di circostanza, io le odio quelle frasi, perchè sono dette ma non sentite. Io invece mi sento vicina a te e avverto il tuo dolore...
    Forza tesoro...devi ripartire, ce la puoi fare... <3

    RispondiElimina
  4. Riconoscere la depressione è già avviarsi verso la guarigione. Non hai bisogno di amore, ma di darlo. Vai al canile, scegli il cagnolino che ti farà le feste...poi fra qualche tempo sappimi dire. Augurissimi.

    RispondiElimina
  5. Ciao mi dispiace tanto per come stai :( se ti posso dare un aiuto (che anche se non ascolterai voglio cercare di aiutarti lo stesso come riesco) comunque prova a piano piano a dirti di sconfiggere le tue paure/insicurezze/difficoltà o come vuoi chiamarle e uscire di casa almeno in posti piacevoli e rilassanti e che ti fanno i solo così riuscirai a sentirti meglio non puoi condurre una vita sempre in casa , se non lo fai ora niente si risolverà e continuerai sempre così o peggiorando devi assolutamente per te stessa superare tutto questo (anche io non ho un cazzo da fare e ho orari sballati anche io'' ma non prendo alcun farmaco'' e proprio per questo cerco di darmi una spinta) e smettila di vivere nei film e vivi nella realtà esci dal tuo isolamento anche mentale e piuttosto che i film trovati delle passioni e hobby (ritrova un pò di passione per vivere) e circondati di situazioni piacevoli evita tutto ciò che ti fa stare male (anche le persone negative) pensa che si può modificare o risolvere le cose che non ti vanno bene nella tua vita e renditi conto delle cose che per te contano davvero . . . . E se davvero vuoi stare meglio e non vuoi andare avanti così sforzati tanto ogni giorno , un abbraccio forte e scrivimi quando vuoi \(^__^)/ spero di aiutarti almeno un pò !

    RispondiElimina
  6. Ciao mia cara, la depressione è una malessere insidioso e profondo, non si combatte e si supera se non si reagisce! E reagire, il solo pensiero è difficile, lo so è come un cane che si morde la coda, ma è l'unico mezzo per uscirne. Prova a non ascoltarti, io credo che tu debba cercare di non ascoltare quella parte del pensiero negativa, che prende il sopravvento. Lo so è fatica anche questo, ma devi uscire da questo stato di apatia. Devi cercare di riversare le attenzioni fuori di te. Sembra un controsenso, ma secondo me ti ascolti troppo!!! Un caro abbraccio, ti sono vicina...ma vorrei solo aiutarti a combattere!!!

    RispondiElimina
  7. Carissima, guardati intorno e ti accorgerai di come la vita è bella, osserva il mondo che ti circonda in modo diverso, guarda le piccole cose, esse soni così grandi che possono farti cambiare la vita. La vita non è sempre come la vogliamo, a volte è buona e a volte è così crudele che diventa insopportabile, per viverla al meglio dobbiamo capire che siamo noi a scriverla, a decidere se cambiarla. La nostra vita è tutta una sfida e se riusciamo a vincere avremo un lieto fine. Gli sbagli si possono migliorare. Vivi con il sorriso sul viso e l'amore ti scoppierà nel cuore!
    Un forte abbraccio da Beatris
    Molte grazie per la visita!

    RispondiElimina
  8. Regola numero 1: Esci di casa! Ma di corsa anche! Sia pure da sola, come ti hanno già detto, ma esci.
    Questo primo piccolissimo gesto ti aiuterà a sentirti subito meglio e inoltre ti darà l'opportunità di prenderti cura di te e di provare di nuovo qualche piccola emozione.
    Regola numero 2: Riempi il tempo con cose da fare. Cose pratiche intendo, non delirare tra sé e sé (lo faccio anche io e per questo ti sto parlando così bruscamente, non per ferirti).
    Restare fermi troppo a lungo ti porta a rimuginare senza fine e ne consegue la depressione.
    Non sempre applico quello che ti sto dicendo e molte volte mi sento a pezzi, una fallita e penso di non valere niente per cui ti parlo con cognizione di causa....

    RispondiElimina
  9. Tu non riesci a fare le cose, dirti di farle secondo me non ti aiuta, perchè anche tu sai che sarebbe bene farle.. Forse hai fatto questa scelta per proteggerti, perchè il dolore che hai provato è stato troppo forte rispetto alla sofferenza che provi ora a stare chiusa in te stessa..
    Spero che tu trovi il modo di farti aiutare..

    RispondiElimina
  10. Ti ringrazio molto per essere passata nel mio blog. Speravo di sentirti meglio venendo in questo blog. Mi dispiace non sai quanto di sentirti così soprattutto perché mi riconosco e so quello che si prova. Passare le giornate a far lavorare il cervello che sembra non fermarsi mai, sentirsi ovattate e fuori dal mondo. Non devi lasciare che vada così. Fai un passo alla volta. Inizia con una passeggiata all'aperto e ti renderai conto che puoi tornare alla vita, piano piano. Un abbraccio❤️

    RispondiElimina
  11. identica a me nel tuo profilo, mentre questo post in parte mi descrive..
    sappi che è difficile, ma puo' accadere che si possa incontrare chi comprende uno stato del genere, con il tuo come il mio, anche solo il fatto di lottarci da sole per capirci qualcosa.
    pigra e non hai voglia di fare un cazzo sono le cose piu' carine che mi sono state dette.
    nessuno mai ha guardato effettivamente il mio dentro. ti racconto che ho rivisto il mare dopo quasi 20 anni dall'ultima volta e nonostante cio' mi ci sono dannata su quella spiaggia, tutto a causa del rifiuto del mio corpo e me stessa, nessuno ha mai capito il perchè di tante cose mal vissute ......
    non ho nulla e sono una fallita pero' ti capisco e non sai quanto...
    rasserenati c'è chi sta peggio di te.
    ^_^

    RispondiElimina
  12. Ho visto gente fare la medesima cosa ,li ho visti passare la soglia dei cinquanta con le mani vuote, disperati per il tempo perduto.Ho fatto la medesima cosa con consapevolezza e per mio volere,la mia era più una scelta di isolamento per dover aggiustare cose di me stessa.Però il tempo di riaprirsi deve necessariamente arrivare.
    Sono certa che tu non starai a vedere i treni passare e gli altri a vivere la loro vita.
    Sono certa che in queste belle giornate di primavera un po' d'aria fresca e rasserenante tu la possa apprezzare,sono certa che se passi qualche momento alla finestra e osservi fuori,in silenzio e senza giudizio troverai anche solo una piccola cosa per cui vorrai uscire.SONO CERTA E SE MI SBAGLIO?Finirai per arrivare a cinquant'anni per accorgerti non avere mai vissuto.Senti come suona -non ho mai vissuto-ripetitilo.Tu invece puoi,eccome se puoi.Ciao e scusa la mia invadenza.

    RispondiElimina
  13. sono arrivata ora al tuo blog, e ovviamente non so bene i motivi per cui ti trovi in questa situazione...ma l'ultima tua frase del post mi ha colpito e tanto...la Vita è la cosa più bella che abbiamo e te lo dice una che ha avuto una seconda chance e sta lottando per non farsela scappare.
    Un abbraccio
    Annamaria

    RispondiElimina
  14. Non sai quanto possa capirti...
    non sei obbligata a fare niente. Ma se stai male si, te lo devi.
    hai un cervello meraviglioso, perché non pensi a lui, anziché al tuo corpo? Lo so, parlo bene io... Ma come sai razzolo male... Per questo mi sento di dirti: perché per nascondere il tuo corpo, nascondi anche la tua mente brillante, nascondi quello che potresti dare agli altri, ovvero la tua intelligenza, il tuo ascolto ed il confronto con te?

    RispondiElimina
  15. io non ti capisco...capisco lo stare lontano dalla gente....ma rinchiusa no.....ci sono tanti alberi pronti ad ascoltrti e tnti prati pronti ad accarezzarti e il sole a scaldarti.....

    RispondiElimina
  16. Secondo me devi riprendere il contatto con il mondo esterno, per capire cosa ti perdi, rimanendo a languire nel tuo dolore, in solitudine.
    Si è innescato un circolo vizioso che devi provare a spezzare: ormai non esci perché ti sembra normale, perché ci hai fatto l'abitudine e pensi che stare male così sia, se non giusto, perlomeno ammissibile, ma non è vero. Meriti di provare la sensazione del sole sulla pelle, dell'aria fresca in faccia, dell'erba sotto i piedi. Ho scritto un post proprio sulle prigioni che ci creiamo da sole, nelle quali vogliamo noi stesse farci prigioniere, perciò posso capire (almeno in parte) il tuo atteggiamento, ma non posso accettarlo. Non smettere di lottare! Un bacio!

    RispondiElimina
  17. In parte (o forse anche più che in parte) ti capisco benissimo.
    Sto quasi sempre in casa e quando devo uscire mi pesa tantissimo.
    E poi mi lamento se la mia vita fa schifo. Mah.

    Non smettere di lottare, non smettere di vivere.
    Anche se lotti contro te stessa, prova ad uscire.
    Anche solo pochi minuti. Respira l'aria primaverile, senti i raggi del sole che ti scaldano.
    Cerca di tornare a vivere.
    Un bacio

    RispondiElimina