04/05/15

nel fantastico mondo degli avatar

Spesso quando sono triste,o annoiata,comunque per passare il tempo,mi rivolgo agli 'AVATAR'..
Cosa sono?
sostanzialmente sono storie.
storie di un mondo parallelo al reale che la mia mente insaziabile partorisce e che il frutto dell'immaginazione porta a compimento.
ecco di seguito una delle tante storie-avatar da me concepite.

Sono una farmacista.in collaborazione con un collega,più grande di me,
di cui sono segretamente innamorata.
poi un giorno vengono a rapinarci in farmacia..e mentre siamo legati ci dichiariamo e
scopiamo selvaggiamente MA.....

un giorno conosco il figlio di lui,più giovane di me,e me ne innamoro.
e inizio una seconda relazione con costui..
insomma padre.e figlio!!!
non mi faccio mancare niente!!!
Dopo un bel pò interrompo relazione col padre e rimango col figlio che...mi diventa Paralitico!!!
cose che succedono!
da allora il mio innamorato ha strane abitudini sessuali,tipo gli piace farlo a tre!
con me e una ragazza.
quest'ultima però nel frattempo si è innamorata di lui e quindi mi odia e tenta di uccidermi..
mi colpisce alla pancia.e perdo il bambino.ma non so di essere incinta.
così mi tengono all'oscuro di questa perdita ma lo scopro lo stesso.
rimango incinta di nuovo.
nasce femmina.
io sono una pessima madre.....penso solo a fare all'amore col padre!
allora ci rivolgiamo ad una terapista per guarire dal sesso,anche perchè la bambina
ci ha visti e da allora mi odia....
Poi il mio amato viene cacciato da università dove insegnava perchè qualcuno ha fatto
girare un video hard di noi due a letto,e si ritrova a insegnare alle elementari.
Passano gli anni mia figlia cresce con l'odio nei miei riguardi....odio che sfocia in un tentativo di uccidermi.
nel tentativo di schivarla,mi sposto e lei precipita giù dal balcone e muore.
potevo darle la mano e salvarla ma non lo faccio.
e mio marito mi vede che lascio morire la figlia,anche se ignora che costei aveva tentato di uccidermi.

FINE.

certo al risveglio da questo sogno ad occhi aperti la realtà è un pò più triste e grigia.....

21 commenti:

  1. Non credo che la tua realtà sia più triste e grigia. Sarà solo più grigia nel senso che non è altrettanto "breath-taking", ma per certi versi per fortuna, no? È una trama da rivisitazione moderna di una tragedia greca, quasi!
    Comunque anche io spesso mi perdevo ad immaginarmi vite parallele. Avevo un alter ego che viveva nell'antica Roma, una giovane vedova costretta a sposare un uomo per la quale non prova nulla che nel frattempo si concede ad altri uomini per provare a soffocare il suo dolore. E poi una studentessa di un collegio inglese degli anni '40 che desidera diventare una regista di successo ma essere donna è un grave limite. Ed altre vicende ancora.
    Ultimamente mi capita meno di frequente, forse anche la mia fantasia si è atrofizzata e pensa solo al cibo e a dimagrire.
    Un bacio!

    RispondiElimina
  2. Ho stralunato gli occhi mentre leggevo il tuo post!!! Una storia alquanto contorta, un po' spaventosa, degna di ficton!
    Ma tranquilla... non sei la sola.
    C'è stato un periodo in cui sognavo quasi ogni notte delle vicende tortuose e terrificanti... adesso molto meno!
    Alcune storie? Quella di essere sposata con la Papa, quella dell'omicidio della mia vicina di casa da un mio compaesano e io indagavo sul caso, quella della morte di mio nonno a causa mia che l'avevo investito con un trattore con volontà o quella in cui andavo a letto con un mio cugino! (...)

    Un bacione!

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. mò hai rotto il cazzo!!!!
      se continui ad importunarmi ancora nel mio blog ti cancello IMMEDIATAMENTE.

      fottiti.

      Elimina












  4. Tranquilla non ti importuno più :-))





    RispondiElimina
  5. wow, che" Avatar "belli che fai!!!!!! Mamma mia :P, anche a me cmq la testa a volte porta a fare pensieri strani...ma decisamente tristi e lugubri i miei ......
    Cmq ti ricordi di me? Sono Rebecca, avevo il blog nellemiemani.blogspot.com
    Non accedo da tanto tempo e non ricordo più la Password e l'account quindi nè ho creato uno nuovo, per ora è vuoto e triste come me...ti aggiungo come blog :-*

    RispondiElimina
  6. sinceramente non è il mio genere di racconto nella testa...
    la letteratura erotica sa di stantio ai miei occhi, ma sicuramente hai una fervida e passionale immaginazione

    RispondiElimina
  7. Anche io mi costruisco degli avatar in cui io sono la ragazza più bella di tutte, faccio la modella /attrice e sono innamorata di me stessa... purtroppo nella realtà non è così.... ti mando un fortissimo abbraccio e grazie per essere passata fa me, sei dolcissima

    RispondiElimina
  8. A me è proprio piaciuto questo Avatar e anzi, se hai un po' di tempo, scrivicene altri che io li leggo volentierissimo!
    ^_^

    RispondiElimina
  9. La scrittura è una delle tue tante virtù!
    Un forte abbraccio e buona giornata di sole da Beatris

    RispondiElimina
  10. Simpatica la cosa degli avatar! Certo, storia molto contorta e dal finale triste e...chissa se tuo marito se la prenderà con te per questa cosa. Sceivine ancora se vorrai! È come fuggire dalla realtà per un momento e fa sospirare.

    RispondiElimina
  11. La fantasia non ti manca, complimenti. Forse è una storia un po' contorta, ma senz'altro fantasticare aiuta, aiuta a sentirsi meno soli, aiuta a non pensare a cose tristi ... e a fuggire per un po' dalla realtà. Per cui continua a farlo, perchè io credo che ti possa aiutare a farti sentire meglio... Aspetto il prossimo racconto!! Un caro saluto a te, Stefania

    RispondiElimina
  12. Beh sognare ad occhi aperti penso che sia una cosa che facciamo tutti, certo la tua storia è un pò contorta ma di sicuro prende molto chi la legge...anche se generalmente io non faccio di questi pensieri, i miei sono molto più materialisti ahimè...Comunque complimenti mi piaci come scrivi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao!!!
      hai un blog?
      se vuoi lasciami il link!

      grazie per i complimenti!

      Elimina
  13. Uao!! Credevo fosse un sogno, invece l'hai inventato proprio tu, giusto?
    in ogni caso scrivi benissimo, complimenti e te lo dico con il cuore!:)
    Se ne scriverai altre, le leggerò volentierissimo! Un abbraccio fortissimo..

    RispondiElimina
  14. Uao!!! Lo hai inventato tu, oppure è un sogno? Complimenti scrivi benissimo, davvero! Hai una fantasia.. Ogni metodo per fuggire dalla realtà è da me pienamente accettato e approvato perciò.. Se ne scriverai altre sarò felicissima di leggerti..
    grazie come sempre perché sei diversa da tutte...scrivi veramente bene, la tua originalità ti contraddistingue! Un bacio!

    RispondiElimina
  15. Ehm, scusami:( credevo mi avesse cancellato il commento, invece aspettava solo l'approvazione -.- quanto sono stupida...vabbe, scusami per l'intasamento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao bellissima!!!

      non ti preoccupare se hai 'intasato'...figurati!!!
      ho messo da poco quella funzione ed è normale che non te l'aspettassi....

      per il post...la storia l'ho inventata io...non è un sogno....
      grazie per le tue parole...
      sei sempre così CALDA e affettuosa che mi riempi e mi regali sorrisi....
      grazie.di cuore.

      Elimina
  16. Io sogno spessissimo ad occhi aperti, trovo sia un ottimo modo per liberare la testa e riempire la solitudine..
    I miei "avatar" non sono così originali, solitamente immagino me stessa nel futuro, mentre faccio ciò che sogno di fare, ed un pizzico di speranza ed allegria entra in me!
    Penso sia sempre ed in ogni caso una cosa molto positiva! :)

    RispondiElimina
  17. O mio dio, o mio dio... pensavo di essere l'unica!
    Sogno anche io ad occhi aperti, praticamente ogni minuto della mia vita.. (non sai le prese in giro ai tempi delle elementari e medie)
    poi però quello che sogno ora diventa una fanfiction ahah
    Scrivine degli altri! Li voglio leggere ♥
    Belle canzoni ahah

    RispondiElimina
  18. tu li chiami "avatar" io "i miei viaggi". Ovviamente ognuno li rende suoi, e ci mette dentro se stesso.
    Io ci metto quello che vorrei nella mia vita, riesco a dire quello che nella realtà non dico. Faccio quello che di giorno rimando. Oso dove di solito sono più riservata.
    I miei viaggi sono emozionanti, e sì, in effetti tornare nella propria realtà a volte ci rende insoddisfatti.. è un vortice dal quale poi è difficile uscire.. perchè puoi ritrovarti a preferire queste parentesi di fantasia al "grigio" che vedi fuori.
    Il bello sarebbe riuscire a colorare la propria quotidianità, cercando di resistere alla tentazione dei propri "viaggi".
    ...carino il tuo nuovo blog :)

    RispondiElimina