ce la sto mettendo tutta

il mio rapporto col cibo sta cambiando.
DAVVERO.
forse merito dei back,
forse merito di un'evoluzione che doveva avvenire.
riesco a controllarmi.
IL CIBO NON E' PIU' IL MIO CENTRO.
me ne sono accorta maggiormente ieri.
e me ne sono stupita.
ieri mentre seguivo "lo zecchino d'oro"..
in altre circostanze per sopperire alla noia del programma,
che seguo solo per i bimbi,
avrei mangiato sempre.per tutta la durata programma.
invece ieri no.
e mi era anche NATURALE non farlo!!cioè il non mangiare.
mentre fino a un anno fa mi era naturale il contrario,cioè mangiare.
e mentre è così facile abituarsi alle consuetudini malsane,
ora mi risulta incredibile esistere SENZA il cibo.
e devo lottare contro la mia spinta autodistruttiva.
quella che si sabota.
perché ho anche questo.
un radicamento nella malattia.

e anche il mio umore.
è diverso.
è meno lugubre.
più rilassato.
più sereno.
ho paura a dirlo.
ma le mie spine..stanno cadendo.

Commenti

  1. E allora diciamolo sussurrando, senza gridare,! <3 Sono felicissima per te, queste parole, per i mostri contro i quali combatti, per le tue vittorie, per il tuo stare bene! <3 Sei una forza! Un bacione! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 <3 <3 Lo sai che io faccio il tifo per la tua felicità! <3 un abbraccio!

      Elimina
  2. No, no.. Che sussurrare?!
    Io lo grido proprio.
    DAJE TUTTA!!!
    Continua così .
    bacione

    RispondiElimina
  3. Ottimo!
    Quello che leggo in questo post è una consapevolezza matura, è come se tu stessa ti guardassi da fuori e analizzassi i tuoi processi mentali, le tue abitudini come se fossero gli ingranaggi di una macchina, e da buon meccanico ora dicessi "questo va rimpiazzato, quest'altro va spostato" ecc. ecc.

    E' una correzione di te stessa che stai attuando, e non è da tutti... sicuramente anche l'obiettivo del concerto a maggio ti sta dando la carica per fare ciò, ma credo sia al 90% tutta energia tua, risorse interiori latenti che, come scrivi, forse sono giunte ora al livello ideale per produrre un cambiamento positivo.

    Perdere le spine fa paura, perché per tanto tempo sono state l'unica arma contro un mondo ostile e sempre pronto a giudicare e condannare.
    Quindi è normale domandarsi: e così inerme, adesso, che faccio?
    Ma forse è anche questo un segno di tempi migliori, di una fase in cui non è più necessario avere armi, perché non si tratta più di affrontare la vita, quanto piuttosto di godersela.

    Un abbraccione :)

    RispondiElimina
  4. Dillo piano, se vuoi, ma dillo, Juliette, , perchè è bellissimo che tu senta in te una spinta positiva ed è importante che tu lo condivida e ne faccia partecipi noi che facciamo il tifo per te, sempre!
    Un bacio grande.

    RispondiElimina
  5. Le cose belle arrivano sempre in modo inaspettato! Sono felice per te!

    RispondiElimina
  6. Non ho mai commentato fin’ora ma ho sempre letto .
    Mi fa piacere leggere quello che hai scritto in questo post.
    Son contento per te.
    I Backstreet fan pena ma se a te fanno stare meglio goditeli ...,io son stato sempre per i Take That😀
    Sono davvero felice per te.
    In bocca al lupo e come dice Gigi D’Alessio :Non mollare MAI
    Massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah mi hai fatto ridere..che hai detto che i back fanno pena...:)
      grazie per avermi letto anche precedentemente a questo commento..
      cercherò di non mollare.
      un saluto.

      Elimina
  7. Bene, ora devi solo continuare...dai dai ;)

    RispondiElimina
  8. Pensa ai mitici Back che ti aspettano! Sono felicissimo, non posso che mandarti idealmente un carico di entusiasmo e di grinta!!! Anzi, anche un carico di ...carica! :D

    RispondiElimina
  9. Mi pare che a piccoli passi ci siano progressi costanti. E questo mi riempie di gioia!!

    RispondiElimina
  10. Bella. Bella tu. Con la tua forza, il tuo coraggio, la tua voglia di cambiare. È bello ciò che sta succedendo. Lo dico sottovoce.
    Ad alta voce...sei Bella!

    RispondiElimina
  11. Piccoli passi importantissimi. Prosegui, non rallentare mai. Buona serata, di cuore.
    sinforosa

    RispondiElimina
  12. E' fantastico! Speriamo che vada avanti così! Dio mi ascolta quasi sempre quando prego per gli altri anzichè per me stessa.

    RispondiElimina
  13. Bene, continua così con questi piccoli ma grandi passi,!

    RispondiElimina
  14. Per me certe prese di coscienza sono come un risveglio: apri gli occhi e quello che c'era prima era solo un sogno (o un incubo a seconda dei casi); qualcosa di così lontano e così diverso da non sembrare neanche più una mia parte.

    Capisco come tu ti sia sentita e spero con tutto il cuore che tu rimanga forte e costante verso i tuoi obiettivi, sei sulla buona strada!
    Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  15. Ma che bello quello che hai scritto ...
    Quanta speranza!! Forza , forza che ce la puoi fare Juliette ...
    Piano , piano arriverai al traguardo : )
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  16. Ciao, questo é un gran punto di partenza per te.
    Ma devi essere consapevole che deve essere naturale non. Mangiare in continuazione. Fai il passo successivo: non gioire di una cosa che ti sembra fuori dal normale ma abbi la consapevolezza che é la normalità.
    IL CIBO NON É PIÙ IL TUO CENTRO?
    Sbagli, gli hai dato centralità parlandone in questo post.
    Il cibo non é il tuo centro. Dimostralo a te stessa.
    Con amore, uno che in famiglia ha avuto a che fare con dipendenze.
    Un caldo abbraccio
    #SA

    RispondiElimina
  17. se lo hai fatto per un minuto o un'ora, puoi continuare a farlo minuto dopo minuto, ora dopo ora. ogni secondo un traguardo e non essere mai stufa di raggiungere un traguardo nuovo. l'appagamento è roba per chi sa cosa farsene

    RispondiElimina
  18. Evvivaaaa sono contentissima! Bella l'idea del music player per ascoltare musica mentre si legge! Vorrei fare anch'io qualcosa del genere!

    RispondiElimina
  19. spinta autodistruttiva.. come ti capisco (a volte). quando se non ti pieghi poi ti spezzi. Staccare,rallentare,guardarsi dentro,sognare ad occhi aperti. Questo si può fare, dopo che si è pianto a sufficienza.

    RispondiElimina
  20. Ciao mia amica bloggerosa, come procede? Spero bene! Un bacione grande grande!

    RispondiElimina
  21. Ciao
    ti faccio un applauso, BRAVA!
    Non è facile riuscire a rinunciare.

    Per rispondere alla tua domanda:- quali poesia mi sono piaciute: mi piace come scrivi e come riesci a coinvolgere il lettore. Non è da tutti.. Ci sono certi tuoi scritti tuoi che sono poesia.. Complimenti davvero!

    Un abbraccio Chiara

    RispondiElimina
  22. Ecco che riesco a leggerti e a dirti grazie, anche di questo tuo scritto qui...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari