"PENSARE MALE"

Oggi è stata una giornata confusa.
per fortuna ho trovato il mio palliativo,ossia
la canzone nuova dei The Kolors e instancabile è tutto il giorno che la ascolto.poi
il video è pure carino!!

oggi ho provato..tristezza.
all'improvviso.
è calata come nebbia.
e mi si è appiccicata come fango.
quasi mai sono triste.
il dolore lo manifesto con
malinconia
o struggimento
o mania cioè eccitazione vuota.
ma oggi è stata proprio tristezza.
e la differenza che ho notato con i miei abituali stati d'animo è
che la tristezza è costante,
la malinconia e gli altri hanno invece dei picchi,
che,una volta raggiunti,sfumano.
la tristezza no.
e cercando di smorzarla ho acceso la radio,come mia consuetudine.
e ho trovato la song Kolors.
e meno male la tristezza si è affievolita.
per lasciare spazio..alla FAME.
non di cibo.
è vero che stando a dieta l'astinenza c'è,
ma io ho fame di relazioni!!
il mio medico ha dialogato un po' con me ed io,
ANZICHE'SAZIARMI,
HO AVVERTITO ANCORA PIU'FAME!!
NON MI SAZIO MAI.

 Ho chiesto durante la mia ultima seduta
al mio terapeuta
l'archè di questa insaziabilità.
e lui..:".LA MANCANZA DI UN PADRE".
non me l'aveva mai detto.
in tanti anni di terapia.
abbiamo parlato dei ruoli genitoriali  certo ma
non era mai stato così esplicito.
evidentemente ora ero pronta.
Egli non lascia mai nulla al caso.
in più sta facendo degli accertamenti prostata.
ed io sono preoccupatissima.
guai gli dovesse succedere qualcosa!!
gli devo tutto.
e poi...proprio la prostata!!
la malattia ha ucciso mio padre.
e io non sopporto queste coincidenze beffarde!!

per quanto riguarda il mio distacco dall'apatia,
è durato 2 giorni.due.
ho visto film e serie tv.
per due giorni.
poi sono sprofondata di nuovo in me stessa.


col cibo..sto scoprendo nuovi legami con esso.
anche inaspettati per un'ingorda come me.
ne parlerò.

Commenti

  1. Per crescere, tutti abbiamo bisogno della presenza di un codice materno e un codice paterno, quando uno dei due viene a mancare o è poco incisivo lascia in noi “vuoti” che in qualche modo si cerca di riempire. Già l’esserne consapevoli è buona cosa. Buona giornata, di cuore, e buon cammino.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio esatto quello che dici..con la tua esperienza e sensibilità poi queste parole acquistano ancora più rilevanza!!
      grazie per gli auguri.

      Elimina
  2. hai ragione la tristezza è un dolore meno acuto ma costante che si radica in noi ed è più difficile da cacciare via.. Che tu abbia "fame" di relazioni è positivo secondo me perché non hai più voglia di rinchiuderti in te stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è stato facile acquisire per me questa nuova "realtà"di apertura al mondo..e ancora non sempre mi piace.ma siamo animali sociali.
      grazie per esserci sempre.

      Elimina
  3. Che bravo che dev'essere il tuo terapeuta
    Non so , ma mi ha colpito come ne parli ... c'è affetto!!
    Già , la tristezza!! A volte si insinua nell'anima come un serpentello ...
    Ma ci sono cose belle , cose belle e semplici che possono aiutare pian piano a farla andar via
    Fame di relazioni ... ne ho avuta e ne ho ancora sempre tanta anch'io!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei sempre bellissima partecipe e dolce.
      grazie per la simpatia verso il mio terapeuta.
      un abbraccio.

      Elimina
  4. Ciao "se fossi fuoco"!
    Prima di tutto, sono contento di vedere che non ti arrendi all'urto dei sentimenti negativi, ma li analizzi e ricerchi modi di gestirli e incanalarli… questo significa che non sei apatica, anche quando "sprofondi in te stessa" in realtà ti stai indagando… e questo ti porta a scoprire nuove relazioni e nuovi modi di interagire con il mondo che ti circonda: tutto ciò è molto positivo, e il disagio che a volte inevitabilmente si prova, beh, è segno che stai andando bene!

    Anche i conti con la figura paterna che stai facendo ora col terapeuta rientra in questo schema di de-costruzione e ri-costruzione, di elaborazione di questa vicinanza-distanza col tuo papà, col suo ricordo.

    E sono certo che scoprirai molto altro su di te: lasciati sorprendere da te stessa <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che dirti??
      ogni volta mi lasci a bocca aperta.
      dico sul serio.
      credo tu sia quello mi capisca di più.
      e ti ringrazio..
      anche per farmi riflettere.
      tanto.
      ti abbraccio

      Elimina
  5. Lo so che è una cosa frivola, ma inizio dicendoti che le immagini a corredo del post sono azzeccatissime. Le cose serie di cui parlare sarebbero tante, ho provato anch'io la tristezza ed è vero, ha una collosità maggiore di altri stati d'animo negativi. Però rimangono fasi, momenti che si smaltiscono con una persona giusta che sappia alleviarne il peso, persino con una canzone. Sì, credo ciecamente nel potere terapeutico di una canzone! (e auguro al tuo terapeuta il meglio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per la tua partecipazione!!
      sei così attenta nei miei riguardi!!
      poi il tuo apprezzamento sulle foto..mi ha reso felice!!

      Elimina
  6. Forse dando un nome a quel che ti turba riuscirai a trovare l'uscita dal tunnel.
    Te lo auguro davvero.
    Intanto, per la fame di relazioni che hai, dovresti provare a reagire.
    Come ti ho detto altre volte, prova col volontariato, con la palestra.
    Conosci un sacco di persone e magari qualche amico vero.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. appena perdo altri kg,farò qualcosa.sicuro.
      ma conoscendomi uscirò solo magrissima.
      ma allora..farò scoppiare il mondo!!

      Elimina
  7. Avere fame di relazioni invece che di cibo sarebbe un progresso, in effetti ci attacchiamo a una dipendenza o a una cosa proprio quando le relazioni mancano o ci lasciano il vuoto dentro. La tristezza e la malinconia, stabili o a sbalzi, fanno parte della depressione e non se ne vanno mai, putroppo. So di che si parla, fin troppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi dispiace tesoro..che mi capisci così bene anche in base alle tue esperienze.
      ma NON mollare.mai.
      ti stringo.

      Elimina
  8. A me è mancata la mamma da piccola...un vuoto incolmabile...

    Ti sono vicina e ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi dispiace per la tua mamma.
      io ho perso il papà da poco
      ma è stato assente anche in vita.
      grazie per il supporto.

      Elimina
  9. Ciao! Credo che già il buon rapporto che hai con il tuo terapeuta sia positivo. Per quanto riguarda le relazioni, anche a me nell'ultimo anno e mezzo è capitato di averne un po' fame. Purtroppo dall'autunno del 2017 ho avuto difficoltà lavorative. Me le aspettavo, visti i tempi, ma non credevo che tante persone che credevo amiche "avrebbero buttato la maschera" e in quell'occasione si rivelassero tutt'altro che amiche. So che è brutto convivere con la sensazione che alcune persone "godano" delle tue disgrazie e si divertano con te, "sparando sulla croce rossa"...Se posso darti un consiglio, regala del tempo a chi c'è davvero al di là delle tue difficoltà, anche se in modo inaspettato e con piccoli gesti.. So che sembra una banalità, ma più allontani la gente che ti usa come immondezzaio per le sue schifezze, più allontani anche la tristezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non parlarmi della gente "inquinante"!!
      me ne sono allontanata da tempo
      finché non sono rimasta sola.
      trovare gente comprensiva e magnanima non è facile.per niente.
      vige l'egoismo e la cattiveria gratuita..
      godono a farti male.
      anche tu fai bene a "scegliere"chi vale.

      un abbraccio

      Elimina
  10. La tua voglia di relazioni è bellissima.
    D'altro canto non staresti qui su blogger, se tu non sentissi questa bella spinta.
    Non soffocare mai questa tua voglia.
    Ps
    La canzone dei The Kolors con Elodie piace anche a me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quanto sei bello!!
      mi dai una carica di ottimismo pazzesca!!
      grazie.

      Elimina
  11. Dopo anni di terapia ti ha detto che la mancanza di un padre può causare problemi?!?
    Cambia terapeuta. Subito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sei serio??
      non concordo per NULLA.
      tu non sai il mio percorso..e la mia storia.
      questo pressapochismo non lo ammetto.
      il mio terapeuta è un GRANDE.
      ha messo buchi e toppe in una situazione mia familiare non facile..
      se ha detto che la mancanza di un padre mi ha causato problemi HA RAGIONE.
      io NON prendo per oro colato quello che mi dice..alle sue conclusioni ci devo arrivare anche io e ti posso garantire che è tutto VERO.
      poi non sei un medico specializzato in psicoterapia parli per esperienza forse..
      beh non è la stessa cosa.

      Elimina
    2. e ho usato buchi non tappabuchi..non è un errore.
      perchè in alcuni casi è stato anche costretto a TOGLIERE..quindi NON è uno che GENERALIZZA e vive di luoghi comuni...

      Elimina
    3. perdonami se il mio ti è sembrato "pressapochismo"; sono solito sdrammatizzare, frequentando il mio blog e i miei post mi si conosce, alla fine.
      La sortita mi è uscita spontanea innanzitutto nutrendo una vaga idiosincrasia verso i terapeuti che ti legano a vita senza risolverti poi molto, e soprattutto quel riferimento alla mancanza paterna tirato fuori "solo" dopo anni e messo in relazione a certi tuoi handicap comportamentali e relazionali, a me sembra davvero poco perdonabile..
      Poi ognuno deve trovare sollievo e "casa" in ciò che più gli aggrada, questo resta ovvio e sacrosanto... io spero che i tuoi problemi scompaiano e la serenità torni a sorriderti, anche se resto convinto che un blog, ad esempio, funzioni meglio di un terapeuta (costando anche un sacco meno, oltretutto), un abbraccio e buona giornata!

















      Elimina
    4. Fai caso che hai risposto solo a me che avevo provocato? Usa il blog come partecipazione, dialogo, confronto.... usalo come terapia, anche se può sembrarti inusuale, magari parlane col tuo analista, del blog, e di quanti vogliono sapere di te, cercando di darti una mano e, contemporaneamente, darsela, reciprocamente... bloggare è fantastico... ;)

      Elimina
    5. ho ascoltato il tuo consiglio.
      ho risposto a tutti.
      la parte più difficile è proprio il rispondere.

      Elimina
  12. Ciò che hai detto è un formidabile progresso.
    Continua acstare qui con noi. Raccontati.
    Hai vicino bellev persone e sento che provano un grande affetto per te.
    Continua a scrvere, leggerti è una xesperienza che che fa bene anche a noi tuoi lettori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì.voi siete le mie persone bellissime.l'ho già detto in un post recente.
      questo affetto per me lo sento tutto.TUTTO:

      Elimina
  13. Avere fame di relazioni diventa inevitabile dopo l'isolamento a cui ti sei sottoposta (tra l'altro così duro, così netto, lungo). Credo poprio che noi due partiamo da esperienze e attitudini diverse, però anche a me capita periodicamente di voler condividere una piccola parte di me stessa con qualcuno (quando capita, raramente, che quel qualcuno mi colpisca davvero, per qualsiasi motivo, almeno all'inizio). Sono sempre e comunque munita di corazza, ma almeno l'intenzione c'è... Io, per esempio, sono sempre pronta ad essere delusa (non solo dagli altri, anche da me!), quindi quando capita, cerco sempre di approfittare del momento, di godermelo, senza porre nessuna aspettativa, prima o poi qualcuno mi convincer... Può essere che siamo in due situazioni diverse, perché io ho, comunque, relazioni di conoscenza ed altre cosiddette sociali (magari anche superficiali, sebbene io ne consideri alcune strette, ma che tali, in fondo, non sono, perché col tempo sfumano), che per pura necessità e noia coltivo un minimo, quindi non sono propriamente isolata - ciò non significa che non mi senta, comunque, tale, ossia isolata a livello emotivo. Per questo anche a me capita di avere "fame di relazioni" a periodi, intese come reali, vere, intense... Ma scusami, divago!
    Oltre ad avere la fame, hai anche la volontà? Sei disposta a fare quel passo in più, quando capiterà davvero quel sentimento di voler conoscere bene qualcuno (che sia per amicizia, amore o altro)? Sarebbe veramente una cosa bella, da andarne fiera. Quando capita, non indietreggiare, cerca di avvicinare a te qualcuno degno di fiducia, non spaventarti.
    Ti dico solo di non soffocare questa fame oltre il necessario, capisco la disillusione, il fatto di aver passato delle brutte esperienze - però, non perdere ogni speranza e, soprattutto, non lasciarti andare all'inerzia... C'è sempre un buon motivo per esplorare il mondo e le persone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sto provando.
      a coltivare la volontà.
      poco per volta farò quel passo in più.
      devo ancora irrobustire la "corazza"..
      parli dei tuoi legami che sfumano..
      spero per te che troverai fumi che si condensano e non fanno sparire il rapporto.

      grazie per le tue sempre preziose e sensibili parole.

      Elimina
  14. Non posso del tutto capire la tua vita, ma capisco come ti senti, e se cerchi un amico io sono qui ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei bellissimo,lo sai??
      hai una sensibilità rara.
      ti ringrazio.e ti penso.

      Elimina
  15. Mi incanto sempre a leggere i tuoi post cara Juliette .
    Sai raccontarti incredibilmente bene , e con le tue semplici ma incisive parole sai far capire quanto la voglia di relazionarsi con le persone sia davvero importante .
    In ogni momento della nostra vita si ha bisogno o meglio come ne scrivi benissimo tu , c'è Fame di relazioni, , sentire pareri , poter dialogare in tranquillita' , e dai pensieri altrui riuscere a capire meglio come siamo anche noi .

    Che aggiungere se non mandarti un grande abbraccio , un grazie per esserci ed una buona continuazione di giornata sempre con stima e affetto .

    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio tanto tanto tanto!!
      che tu mi dica riesco a descrivere le mie emozioni e i miei sentimenti è gioia per me..perchè
      come dice anche il titolo del mio blog..il mio obiettivo primario
      è CAPIRMI.e SPIEGARMI.
      grazie.
      ti sono vicino con affetto.

      Elimina
    2. Anch'io ti ringrazio tanto tanto cara Juliette per le tue belle e care parole.
      Sono passata per lasciarti un grandissimo abbraccio ed augurarti una
      Serena S.Pasqua , che lo sia soprattutto nel tuo bellissimo Cuore.

      Rosy

      Elimina
  16. Ciao,ci conosciamo relativamente da poco,ma leggendo i tuoi post ti sento vicina,fresca e pulita come acqua crisallina,con problemi certo,ma con la voglia di comunicare ,di comunicarci anche le tue vittorie,oltre che i momenti più complessi.Hai tanti amici,tifiamo tutti per te,e ci siamo.Sei una persona straordinaria e devi solo avere più fiducia in te stessa,ce la farai.Considera questo tuo blog come un piacevole angolo di casa,dove tipuoi trovare con amici e parlare ,e ascoltare.Un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. Ciao, mi ricordo di te e del tuo blog quando avevo il mio vecchio, poi ho lasciato perdere qualche anno e ora sono di ritorno con un nuovo blog. Mi colpisce sempre il tuo mdoo di scrivere e di rapportarti alle tue emozioni, leggerti diventa una vera esperienza.
    Mi dispiace di apprendere quanto successo a tuo padre, deve essere come averlo perso due volte data la sua assenza nella vita. Spero che anche il tuo rapporto col cibo stia evolvendo in una direzione migliore. Ad ogni modo sappi che tutto ciò che facciamo fa parte del processo di ricostruzione di noi stessi. Un abbraccio, ti seguo

    RispondiElimina
  18. Ciao cara, finalmente riesco a dedicarti il tempo che meriti! Come stai? Ah la fame di relazioni, come ti capisco, non so se passi mai, forse perché di vere ed autentiche ce ne sono poche! Un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari